SCUOLA ITALIANA E UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI MILANO ALL’INSEGNA DELLA RICERCA SUL NORDIC WALKING Mercoledì 25 gennaio 2012 è una data importante per tutto il mondo del Nordic Walking in quanto sono stati effettuati dei test scientifici sulla biomeccanica del cammino con i bastoncini, che nessun Centro di ricerca scientifica aveva mai effettuato prima. I […]" />

La scienza per il Nordic Walking

Salute — scritto da il 27 gennaio 2012

SCUOLA ITALIANA E UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DI MILANO ALL’INSEGNA DELLA RICERCA SUL NORDIC WALKING

Mercoledì 25 gennaio 2012 è una data importante per tutto il mondo del Nordic Walking in quanto sono stati effettuati dei test scientifici sulla biomeccanica del cammino con i bastoncini, che nessun Centro di ricerca scientifica aveva mai effettuato prima.
I dottori Silverio Valerio e Alessandro Pezzatini, con Pino Dellasega come tester e Gianfranco Cinel in qualità di fotografo, si sono incontrati con la professoressa di fama mondiale  Chiarella Sforza direttrice del Laboratorio di Anatomia Funzionale dell’Apparato Locomotore (LAFAL) e del Functional Anatomy Research Center (FARC) nonché del Dipartimento di Morfologia Umana e Scienze Biomediche “Città Studi” Facoltà di Medicina e Chirurgia  Università degli Studi di Milano, con la dottoressa Isabella Annoni e con l’ingegnere Biomedico Andrea Mapelli, per effettuare questo importante test.

E’ stato eseguito uno studio sulla cinetica e cinematica del Nordic Walking con valutazione della dinamica di reclutamento muscolare nella camminata (inizio del reclutamento ed intensità della attività muscolare e dinamica di risposta muscolare durante la camminata). Eseguita anche la valutazione della forza muscolare complessiva  applicata al gesto e valutazione delle modificazioni mediante la variazione dell’altezza dell’attrezzo (test con bastoncino più corto o più lungo). E’ stato inoltre studiata l’applicabilità della tecnica sull’attività fisica adattata, in che termini sarà possibile l’applicazione controllata, le eventuali variabili di applicazione, le eventuali modifiche applicabili  alla strumentazione (bastoncini); a seguito dei risultati che forniranno questi test sarà anche possibile studiare approfonditamente tecniche di allenamento con il nordic walking anche in ambito settoriale (vale a dire poter definire con precisione quali tipologie di fasce muscolare poter andare ad allenare) probabilmente variando l’attrezzo.

Grazie ai sensori ideati e sviluppati da Alessandro Pezzatini in collaborazione con SINW e FIZAN, è stato possibile  valutare la forza applicata ad ogni singola spinta che sarà sicuramente un parametro fondamentale in moltissimi campi applicativi del nordic walking a partire da quello riabilitativo. Durante il lavoro sono stati valutati anche il lavoro complessivo svolto e il grado di variazione del baricentro. Valutate anche le velocità angolari dei segmenti corporei impegnati nel gesto oltre che la rotazione del piede e l’effetto spinta impartito dal lavoro muscolare sul sistema cardiovascolare, compreso il meccanismo di pompa antigravitazionale degli arti inferiori. Tutto ciò andandolo a confrontare con i parametri della camminata tradizionale senza l’ausilio dei bastoncini.

I commenti da parte dei professioni responsabili del progetto e di quelli del laboratorio di ricerca sono stati tutti positivi e questa giornata rappresenterà una svolta importante alla conoscenza dei benefici del Nordic Walking, con un lavoro certosino come nessuno ha mai fatto al mondo sin d’ora.
Ancora una volta la Scuola Italiana si è dimostrata un esempio per serietà, professionalità e non ultimo per convinzione, andando sempre più alla ricerca di dati certi che si basano su studi scientifici che poi saranno messi a disposizione di tutto il mondo dei camminatori con i bastoncini.

Si ringrazia la Dottoressa Chiarella Sforza per aver messo a disposizione il suo  Centro, riconosciuto come uno dei più prestigiosi al Mondo, per gli innumerevoli progetti di ricerca da esso usciti.

Si ringrazia anche  la ditta FIZAN per aver contribuito allo sviluppo del progetto e per messo a disposizione i propri tecnici  per sviluippare il primo prototipo al mondo di bastoncino dove poter inserire le cellule di carico proposte dal Dott. Pezzatini Alessandro e definito DYnamic Measurement Of Nordic WALKing (DYMONWALK)

Adesso non ci rimane altro che aspettare i risultati di questi test specifici che poteranno sicuramente ad evidenziare con certezza importanti aspetti biomeccanici della disciplina, fermo restando che con lo strumento sviluppato verranno portati avanti nuovi studi e nuovi test anche nei prossimi mesi.
Tutto ciò ad evidenziare, sempre che ce ne fosse il bisogno, come la Scuola Italiana stia puntanto sulla diffusione e promozione del nordic walking con la massima professisonalità grazie  anche alla possibilità di avere al suo interno grandi professionisti del mondo medico scientifico.

 


Tags: , , , , , , , , , , , , , ,

Lascia un tuo commento

Trackbacks

Lascia un Trackback