Treviso – A passo di Nordic Walking con Deborah Compagnoni e Pino Dellasega

Eventi e Manifestazioni — scritto da il 22 luglio 2017

LOCANDINA FINALECamminare fa bene, al corpo e alla mente.

Camminare in campagna, in collina, lungo un fiume ci permette di avvicinare la natura, riscoprirla, goderla.

Ma camminare è un verbo che può essere declinato ovunque e che pertanto ci può accompagnare nella vita di ogni giorno. Non è un’azione speciale, che necessita di ambienti particolari, di progetti complessi.

Si può camminare in ogni luogo. Anche in città, nei centri storici, nelle piazze, nei viali, lungo vie talvolta strette e tortuose che sembrano volersi difendere dall’assalto dei mezzi motorizzati concedendo il loro fascino solo ai pedoni in un rapporto intimo, originario e per certi versi affettuoso. Sicuramente “naturale”. Ecco che allora “passeggiare la città” diventa anche un modo per riappropriarsene, per rivendicarne la dimensione umana e per ritornare, in altre parole, alle nostre origini: semplici, ma non per questo incapaci di generare grande positività.

L’iniziativa organizzata dalla Onlus “Sciare per la vita” di Deborah Compagnoni raccoglie questa sfida, ovviamente in modo semplice, ma sicuramente efficace. L’idea nasce quasi per caso da un amico di Deborah, che ogni giorno è “piacevolmente” costretto da problemi di salute a fare una passeggiata di qualche chilometro rigorosamente a stomaco vuoto e quindi di buona mattina. Ben presto si aggrega un amico. E così, ai pensieri silenziosi del singolo si sostituiscono le lunghe chiacchierate di chi cammina in compagnia, dalle quali ben presto scaturisce l’esigenza di coniugare l’intimo piacere ed i benefici del movimento a qualcosa di più esteso.

I due già conoscono Deborah, il suo amore nei confronti del movimento e sanno della sua attività a favore della lotta contro le leucemie infantili. Ma sono anche a conoscenza di un progetto da parte del Comune di Treviso finalizzato a diffondere l’utilizzo di un percorso pedonale tracciato all’interno del centro storico, lungo più di 8 chilometri, che accarezza oltre 50 siti di importanza culturale, architettonica ed ambientale e che in tempi rapidi sarà liberato dalle barriere architettoniche che oggi ne impediscono il completo uso da parte dei segmenti più deboli della popolazione. A questo scopo, sempre il Comune, ha sviluppato una app, gratuita e già scaricabile che porta il nome del percorso “MIMUOVOATREVISO” e che permette a chiunque di individuarlo facilmente, seguirlo, scoprirne i punti di interesse ed organizzare eventualmente gruppi di cammino sfruttando il principio delle stazioni della metropolitana.

Gli ingredienti ci sono tutti.

E allora perché non organizzare una camminata per le bellissime vie del centro, non solo per contribuire all’iniziativa benefica che da anni Deborah sostiene, ma anche per muoversi, con piacere, assieme ad altre persone condividendo così un’esperienza salutare e piacevole? Un evento che diventi anche un’occasione per informare e formare le persone sugli effetti positivi del camminare che non sono solo quelli legati alla prevenzione e quindi alla salute, ma che si estendono alla riscoperta dell’intimo piacere del buon fare e dei giusti equilibri con gli ambienti che ci circondano. Anche quelli “costruiti”, con cui condividiamo la nostra quotidianità, ricchi di tesori spesso dimenticati o trascurati che devono essere riconquistati.

Il passo è breve. Deborah accetta con entusiasmo l’idea e il Comune decide immediatamente di ospitare l’iniziativa all’interno della Settimana dello Sport che organizza ogni anno a settembre. Un connubio interessante tra privato e pubblico che condividono gli stessi obbiettivi e la stessa interpretazione del movimento.

Nel giro di qualche settimana, Deborah coinvolge anche noi della NORDICWALKINGHIRADA-TREVISO e si forma un gruppo di persone che non si conoscono tra loro, ma che sono unite dal piacere del buon fare e che si mette a lavorare perché l’evento possa realizzarsi nel migliore dei modi. Nascono nuove sinergie, si trova il sostegno di sponsor e di singole associazioni di nordic walking del nostro territorio. Si percorre insieme un cammino che sta già dando un senso all’evento.

Per tutti questi motivi quello del 16 settembre a Treviso non si può definire “solo” un evento benefico, ma piuttosto un’occasione formidabile per condividere con le persone uno stile di vita diverso, non solo a livello fisico, ma anche mentale; per certi versi un fenomeno sociale che trova nella comunione di intenti il suo tratto più caratteristico.

Si parte dal Bastione delle Mura vicino a Porta SS Quaranta alle ore 17.00.

Oltre a Deborah, ci saranno altri campioni dello sport che hanno aderito con entusiasmo e gratuitamente all’iniziativa come Alex Schwazer, Juri Chechi, Adriano Panatta ed altri ancora.

Per il Nordic Walking, sarà presente Pino Dellasega e ovviamente vi aspettiamo tutti con i vostri gruppi e amici. Essendo una camminata in città, saranno obbligatori i gommini di protezione ai bastoncini.

Il contributo di partecipazione alla camminata è di 5€ (gratis sotto gli 8 anni) e il ricavato andrà INTERAMENTE a “La città della speranza” di Padova, centro di elezione per la ricerca, diagnosi e cura dei tumori pediatrici.

Per quanto riguarda la modalità di iscrizione dei gruppi che vengono da lontano, mandate un’email a nwghirada@gmail.com e riceverete tutte le istruzioni.

Siamo a disposizione anche telefonicamente al numero 334-1756546 (Rossana) o 335-7271514 (Monica)

È per tutti una ghiotta occasione:

sabato 16 settembre a Treviso per “Camminare per la vita” e domenica 17 tutti a Mestre per il Challenge!!

Insieme possiamo fare grandi cose, dimostriamolo!

 

Deborah, Monica, Daniele e Rossana

 


Tags: ,

Lascia un tuo commento

Trackbacks

Lascia un Trackback
Nordic Walking Time su Facebook

Le nostre foto su Flickr

    DSCN0928DSCN0898DSCN0862DSCN0806DSCN0779DSCN0768DSCN0813DSCN0751DSCN0746DSCN0728DSC_0672DSCN0693DSCN0678DSC_0735DSCN0658DSC_0700DSCN0605DSC_0667DSC_0737DSC_0663